Archive for the 'eventi' Category

Siamo gemellati!

Informiamo i nostri utenti che la nostra Biblioteca si è gemellata con due librerie locali per l’iniziativa #IOLEGGOPERCHE’ 2017.

A partire da sabato 21 ottobre fino a domenica 29 ottobre i cittadini che vogliono donare libri alla Biblioteca della nostra scuola possono recarsi presso queste due librerie:

UBIK, di Via Kennedy, n. 9-11

Libreria Paoline, di Corso Umberto, n.125

All’interno di ciascuna libreria chi è interessato potrà scegliere volumi da acquistare e donare alla scuola senza limiti di numero, genere nè titolo, ma con lo spirito di promuovere la lettura tra gli studenti!

In libreria sarà allestita una scatola dedicata al nostro Istituto e conterrà tutti i volumi che saranno poi consegnati in Biblioteca alla fine dell’iniziativa.

Ringraziamo in anticipo quanti vorranno dare un  piccolo ma concreto contributo  per combattere la disaffezione alla lettura!

I docenti bibliotecari

 

logo_fb

Annunci

Libriamoci 2017

Rai Cultura ha presentato l’iniziativa “Libriamoci 2017” al Teatro Argentina di Roma, lo scorso 11 ottobre.

Si è parlato del piacere di leggere (da soli o in pubblico ad alta voce), del libro più amato, di lettura a scuola e in teatro. Sono intervenuti: Antonio Calbi, Direttore Teatro di Roma; Emanuele Bevilacqua, Presidente Teatro di Roma; Eleonora Guadagno Presidente  della Commissione Cultura Roma Capitale; Lidia Ravera Assessore alla Cultura Regione Lazio; Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività culturali; Romano Montroni, Presidente del Centro per il Libro; Pif, regista e attore; Roberto Gandini, Direttore del Laboratorio Piero Gabrielli, e i suoi allievi. Musica dal vivo di Roberto Gori. Hanno partecipato allievi della Scuola di Teatro dello Stabile di Roma diretta da Sandro Piccioni.

Questo il link al video

libriamoci2017

#ioleggoperché 2017

logo_fb

Anche quest’anno la nostra Biblioteca scolastica partecipa all’iniziativa nazionale di promozione della lettura #ioleggoperché organizzata dall’Associazione Italiana Editori.

Nei prossimi giorni forniremo i dettagli della partecipazione al progetto.

Per scaricare il Regolamento in PDF  cliccate qui

Maggio dei libri 2017

ilcarrello

Per tutto il mese di Maggio le ragazze del Comitato Rosa della sede staccata di Via Turati propongono un’iniziativa di promozione della lettura che le vede protagoniste!

La Biblioteca Scolastica partecipa anche quest’anno al Maggio dei libri, la campagna nazionale nata 6 anni fa per sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.

Per invogliare i coetanei maschi a leggere, le 15 ragazze del Comitato Rosa assumeranno il ruolo di Ambasciatrici della lettura e porteranno nelle classi, con un carrello mobile, una selezione di 80 libri trasferiti dalla Biblioteca della sede centrale. I volumi sono pubblicazioni di narrativa e saggistica degli ultimi anni  e ci auguriamo che possano suscitare l’interesse degli studenti.

Buon Maggio dei Libri!

I docenti bibliotecari

Salva

La lingua è un’arma

Domani avrebbe compiuto 85 anni Tullio De Mauro, professore emerito di Linguistica generale ed ex Ministro della Pubblica Istruzione. Recentemente scomparso, ha lasciato a giovani e meno giovani una grande eredità fatta di idee e di valori.

“Parlare italiano significa impadronircene davvero tutti quanti.

Per questo dobbiamo leggere, studiare, pensare, informarci. Non dobbiamo dimenticare che la lingua non è semplicemente uno strumento di comunicazione funzionale, è anche un’arma.

Padroneggiare la lingua è una cosa che ha a che vedere con la nostra presa sul mondo”.

dal volume “La lingua batte dove il dente duole” – 2013, scritto da De Mauro insieme allo scrittore Andrea Camilleri.

Il Giorno della Memoria 2017

Auschwitz


…Non era mai successo, neppure nei secoli più oscuri, che si sterminassero esseri umani a milioni, come insetti dannosi: che si mandassero a morte i bambini e i moribondi. Noi, figli cristiani ed ebrei (ma non amiamo queste distinzioni) di un paese che è stato civile, e che civile è ritornato dopo la notte del fascismo, qui lo testimoniamo. In questo luogo, dove noi innocenti siamo stati uccisi, si è toccato il fondo delle barbarie.

Visitatore, osserva le vestigia di questo campo e medita: da qualunque paese tu venga, tu non sei un estraneo. Fa che il tuo viaggio non sia stato inutile, che non sia stata inutile la nostra morte. Per te e per i tuoi figli, le ceneri di Auschwitz valgano di ammonimento: fa che il frutto orrendo dell’odio, di cui hai visto qui le tracce, non dia nuovo seme, né domani né mai.  

Queste sono le parole che Primo Levi ha scritto per i visitatori del campo di sterminio di Auschwitz.

Per celebrare il Giorno della Memoria, anche quest’anno nel nostro istituto saranno proposte alcune iniziative, tra cui l’allestimento del Muro della Memoria al piano ingresso.

Inoltre le classi si alterneranno in Aula Magna per ascoltare dei brani musicali eseguiti dai nostri studenti e la lettura di testi significativi per la celebrazione del Giorno della Memoria.

Sarà allestito anche un banchetto espositivo con i volumi presenti in Biblioteca riguardanti il tema della Shoah e le ragazze della classe 3^ Turismo saranno incaricate del prestito.

Tra le risorse online, segnaliamo le seguenti:

Per la Legge che ha istituito il Giorno della Memoria, cliccate qui

E’ interessante e ricco di documentazione il sito a cura di Rai Educational “Testimonianze dai Lager”, cliccate qui.

Il sito dell’Associazione Nazionale Ex Deportati politici (ANED) presenta risorse per ulteriori approfondimenti, cliccate qui.

Segnaliamo anche il sito del Museo del campo di Auschwitz, cliccate qui , e il sito del Memoriale di Dachau, cliccate qui

Infine, per una ricerca su Anna Frank, cliccate qui.

Per ulteriori suggerimenti vi aspettiamo in Biblioteca!

Grazie a Tullio De Mauro!

tullio-de-mauro

 

Riportiamo le parole del Ministro Fedeli riferite alla scomparsa del grande linguista Tullio De Mauro:

Grazie per aver lavorato con passione veramente civile, un aggettivo che molto amava, a contatto con le nuove generazioni; grazie per aver avuto la determinazione di costruire ed esaltare l’identità culturale del nostro Paese; grazie per avere avuto il coraggio di continuare a riformare il nostro sistema d’istruzione per dare respiro alle ambizioni di futuro dei giovani; grazie, infine, per essersi dedicato per decenni all’educazione linguistica di tantissime generazioni di italiane e italiani”.

De Mauro si è molto interessato alla promozione della lettura:

“Continuo a sperare che l’interesse di accedere alla rete, a tutto ciò che la rete offre di buono o meno buono, spinga nella direzione del riabituarsi, dell’abituarsi a leggere molto. Nei bambini questo sembra abbastanza evidente, ma non abbiamo al momento indagini che ci permettano di affermare con sicurezza che questa mia opinione è giusta. Credo che la rete spinga nella direzione di poter capire un testo scritto, spinga nella direzione della promozione della lettura” (da un’intervista a Wired del 2016);

Ha dedicato molta attenzione alla comprensibilità dei testi, ecco alcuni dei suoi suggerimenti di lettura:

“I testi italiani più comprensibili? Lettera a una professoressa di don Milani è da questo punto di vista eccezionale. Usa praticamente solo parole del vocabolario di base e i periodi sono molto brevi. Lo stesso discorso vale per Teta veleta dell’attrice e regista Laura Betti. La Regola di san Francesco è un altro illustre e insuperabile esempio. Buoni anche i testi di Pavese, del primo Sciascia, di Calvino, di Sandro Veronesi, della Mazzantini, della Ginzburg. E, un po’ più indietro nel tempo, in maniera diversa fra loro, sono stati importanti su questa strada Artusi, Collodi e il De Amicis di Cuore” (da un’intervista a l’Avvenire del 2014);

Ha riconosciuto la valenza delle biblioteche e delle biblioteche scolastiche soprattutto per la promozione della lettura e il ruolo primario del libro nell’apprendimento:

sono convinto che  «potenziare le biblioteche scolastiche di ogni livello e renderle effettivamente accessibili – cioè centri di informazione e formazione e non teche di libri e materiali multimediali intangibili – sia di grande importanza per lo sviluppo di attività formative vive. Le grandi biblioteche di conservazione italiane sono poche e non devono (non dovrebbero) servire alla didattica elementare e media. Le biblioteche territoriali locali sono una rete buona solo in alcune regioni e mancano o funzionano assai male in troppe regioni e città, a cominciare dalla Capitale. … Le biblioteche scolastiche, se e dove ci sono, sono allo stato l’unico luogo per consentire a tutti i ragazzi e giovani di accostarsi alla cultura scritta, alle letterature, alle opere di base dei diversi settori disciplinari: un accostamento indispensabile, ripeto, perché abbia pieno effetto una buona didattica» (da un’intervista a Tuttoscuola del 2000)


La Biblioteca si racconta…

itinerario pe immagini

Itinerario per immagini

Trova il libro per te

trovalibro

Clicca sull'immagine

Trova risorse

Wiki

Clicca sull'immagine

Trovarisorse è un servizio online della nostra biblioteca per studenti e insegnanti. Il wiki contiene segnalazioni di risorse Web suddivise per categorie.

Suggerisci gli acquisti

Clicca sul link e compila il form per suggerire nuovi acquisti o eventi particolari: Suggerimenti

Abbiamo incuriosito

  • 16,457 visitatori

Scarica la brochure

brochure

Abbonati al feed

rss

Archivio

Post più letti

Links più cliccati

  • Nessuna
free counters

Progetto ESQ_EUR

E' possibile scaricare il documento finale del Progetto di Sviluppo Scolastico Comenius "ESQ_EUR - Enhancing Schools Quality in EURope - Examples of good practice". questo è il link

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: